Polmonite

  1. Qual'è lo spettro dei patogeni che va coperto dalla terapia empirica per CAP?
    • 1. Streptococcus pneumoniae
    • 2. Negli anziani con bronchite cronica--> Haemophylus influenzae e Moraxella catarrhalis
    • 3. Forti fumatori di età media avanzata -->Legionella spp.
    • 4.giovani adulti--> Mycoplasma pneumoniae, Chlamydia pneumoniae, Virus
    • 5. Etilisti epatopatici --> Klebsiella pneumoniae
    • 6.Polmoniti in corso di epidiemie di influenza --> Staphylococcus aureus
    • 7.anziani con gravi patologie concomitanti -->Enterobacteriaceae
    • 8. Fibrosi cistica e bpco avanzata --> Pseudomonas aeruginosa
    • 9. anziani con alterata funzione della deglutizione -->infezione mista aerobio-anaerobia
  2. Qual'è la terapia al domicilio delle CAP?
    • Prima scelta: Amoxicillina 1000 mg tid oppure Doxiciclina 100 mg bid per 5-7 giorni (la Doxicilcina copre anche M.pneumoniae)
    • Seconda scelta: Claritromicina 500 mg bid per oppure azitromicina 500 mg in prima giornata poi 250 mg per 4 giorni
    • Terza scelta: levofloxacina 750 mg per 5 giorni
  3. Qual'è la terapia la terapia ospedaliera delle CAP?
    • Forme non gravi: Amoxicillina 1g tid+ Claritromicina 500 mg bid oppure Coamoxiclav 1g tid+claritromicina 500 mg bid oppure Ceftriaxone 2g o cefotaxima 2g x3+claritromicina 500 mg bid oppure Levofloxacina 750 mg
    • Forme gravi senza rischio pseudomonas: Ceftriaxone 2g/Cefotaxime 2g tid + Claritromicina 500 mg bid oppure ceftriaxone 2g/cefotaxime 2g tid+levofloxacina 500 mg bid
    • Forme gravi con rischio per Pseudomonas aeruginosa: Cefepima 2g tid/piptaz 4.5g qid/Meropenem 1g tid+ ciprofloxacina 400 mg tid
  4. Qual'è la terapia delle polmoniti da aspirazione?
    • Amoxicillina+Acido Clavulanato 1g tid ev
    • Ampicillina+Sulbactam ev 3g qid
    • Levofloxacina 500 mg bid+ metronidazolo 500 mg qid
    • Piptazo 4.5 tid
    • meropenem 1g tid
  5. Come si somministra la terpia per polmonite?
    in ospedale inizialmente ev poi orale (terapia sequenziale)
  6. Qual'è la durata di terapia di una polmonite?
    • 7-10 giorni
    • per S.pneumoniae 4 giorni dopo lo sfebbramento
    • per Microrganismi atipici e legionellosi almeno 2 settimane
    • la terapia va comunque individualizzata a seconda del patogeno, della risposta clinica e dell'esistenza di complicanze
  7. Quali pazienti richiedono un trattamento prolungato per polmonite?
    • Patogeni non comuni
    • concomitante infezione extrapolmonare
    • iniziale terapia inadeguata
    • polmonite necrotizzante
  8. Qual'è la terapia per legionellosi?
    • 1. azitromicina 1g ev il primo giorno poi 500 mg/die (nel bambino 20 mg/kg in dose unica per il primo giorno poi 10/mg die)
    • 2. Claritromicina 500 bid (bambini 7.5 mg/kg ogni 12 ore)
    • 3.Levofloxacina 1g dose unica il primo giorno poi 500mg/die
    • 4. Ciprofloxacina 400 mg bid (poi po 750 mg bid)
    • 5. nei casi gravi macrolide/fluorochinolone + rifampicina 600 mg ogni 12-24 ore
    • dopo 3-5 giorni passare alla terapia po agli stessi dosaggi

    Durata della terapia 10-14 giorni negli immunocompetenti; 21 giorni negli immunodepressi
  9. Quali sono i sistemi di valutazione più utilizzati per classificare i pazienti in termini di gravità della polmonite?
    • Severity score system CURB-65
    • Pneumonia severity index PSI
  10. Quali sono i parametri e l'interpretazione del risultato del CURB65?
    • Parametri: Confusione mentale, Urea>19.6 mg/dL, Frequenza respiratoria >30 atti/min, Pressione sistolica <90 mg, età > 65 annni
    • Risultati 0-1 cura domiciliare, 2-3 ricovero in ospedale, 4-5 ricovero in UTI
    • Se si utilizza il CRB65 (senza urea) i risultati sono 0 domiciliare, 1-2 ricovero consiglliato, 3-4 ricovero urgente
  11. Qual'è il ruolo dei corticosteroidi nelle polmoniti?
    Non vi sono dati
  12. Quali sono le principali misure preventive contro la polmonite?
    • 1. Astensione dal fumo
    • 2.vaccinazioni antinfluenzale ed antipneumococcica
    • 3.controllo delle patologie concomitanti quali diabete, scompenso cardiaco e bronchite cronica
  13. Sul territorio, a quali domande deve rispondere un medico che si approccia ad un sintomo respiratorio?
    • 1. è ad eziologia infettiva?
    • 2. se sì, quale tratto dell'apparato respiratorio è coinvolto (bronchite o polmonite)
    • 3.qual'è l'agente patogeno?(virale o batterico)
  14. Quali diagnosi alternative vanno prese in considerazione in presenza di sintomi suggestivi di infezione delle basse vie respiratorie?
    • 1. polmonite ab ingestis
    • 2. scompenso cardiaco
    • 3. Edema polmonare
    • 4.BPCO/asma bronchiale
  15. Quando sospettare una polmonite ab ingestis?
    • Pz con difficoltà a deglutire 
    • Segni e sintomi di infezione delle basse vie respiratorie

    in questi casi, praticare RX del torace
  16. Quando sospettare uno scompenso cardiaco?
    Pz>65 aa con ortopnea, itto spostato o storia di IMA
  17. Quando sospettare un'embolia polmonare?
    • Pz con storia di trombosi venosa profonda o embolia polmonare
    • Immobilizzazione nelle ultime 4 settimane
    • con neoplasia
  18. Quando sospettare una bpco?
    • Quando sono presenti almeno due di:
    • Sibili
    • Espirio prolungato
    • Storia di fumo
    • sintomi di allergie

    In questo caso, praticare test di funzionalità polmonare
  19. Quali pazienti sottoporre a RX del torace per sospetto di polmonite?
    • Quelli con tosse ad insorgenza acuta+
    • Nuovi segni focali all'EOT
    • Dispnea
    • Polipnea
    • Febbre > giorni
  20. Su cosa si basa la decisione di trattare un paziente con sospetta polmonite sul territorio?
    • Sulla gravità della sintomatologia
    • e non sulla diagnosi microbiologica (non praticabile)
  21. La tosse va sedata?
    solo la tosse secca e stizzosa va sedata con destrometorfano (bronchenolo tosse 4 ml ogni 6 ore)  o codeina (paracodina sciroppo 1-2 cucchiaini 3 volte al di)

    Gli altri rimedi (antistaminici, mucolitici e broncodilatatori non servono a nulla!)
  22. Quali pazienti con infezione delle basse vie respiratorie si meritano l'antibiotico?
    • 1. Polmonite
    • 2. Esacerbazione di BPCO
    • 3.>75 anni con febbre
    • 4. scompenso cardiaco
    • 5. Diabete mellito insulinodipendente
    • 6. patologia neurologica (e.g. ictus)
  23. Quali pazienti con esacerbazione di BPCO si meritano l'antibiotico?
    • 1. BPCO grave
    • 2. BPCO lieve moderata con incremento della dispnea, del volume dell'espettorato e della sua purulenza
  24. Perché non utilizzare i macrolidi nelle esacerbazioni da BPCO?
    • 1. ridotta attività contro H. influenzae
    • 2. alti tassi di resistenza di S.pneumoniae ai macrolidi
  25. Quali pazienti si meritano il trattamento antinfluenzale?
    • Pazienti con sintomatologia tipica (febbre, mialgie, malessere, sintomi respiratori)
    • durata < 48 ore
    • in corso di epidemia influenzale
  26. Quanto durano i sintomi di un'infezione delle basse vie respiratorie?
    fino a 3 settimane
  27. Come monitorare un paziente ambulatoriale con infezione delle basse vie respiratorie?
    • 1. Il paziente va rivalutato se
    • 1. i sintomi perdurano per più di 3 settimane
    • 2. se non vi è un miglioramento clinico dopo 3 giorni dall'inizio della terapia antibiotica
    • 3. Malati gravi con alemeno due dei seguenti sintomi (febbre, polipnea, dispnea, comorbidità importanti, età superiore a 65 anni)
    • 4. in caso di peggioramento clinico (febbre> 4 gg, peggioramento della dispnea, alterazione del sensorio, il paziente non beve)
    • 5. paziente con polmonite accertata trattato ambulatorialmente (dopo 48 ore)
  28. Quali sono i parametri da prendere in considerazione per l'ospedalizzazione dei pazienti con polmonite?
    • 1. Le condizioni cliniche
    • 2. Il punteggio PSI (IV o V) o CURB 65 > o = 2
    • 3. Necessità di trattamento (e.g. o2 terapia o drenaggio pleurico)
    • 4. fattori sociali
  29. Quando ricoverare un paziente con polmonite in UTI?
    • In presenza di due criteri minori o uno maggiore
    • Criteri minori
    • 1.FR >30 atti/min
    • 2.Insufficienza respiratoria PaO2/FiO2 <250
    • 3. coinvolgimento bilaterale o multilobare all'RX
    • 4. PA sistolica <90 o diastolica <60
    • Criteri maggiori
    • 1. Necessità di ventilazione meccanica
    • 2. Incremento degli infiltrati del 50% in assenza di risposta clincia
    • 3. Necessità di vasopressori (shock settico)
    • 4. Creat. >2 mg/dl (o incremento di 2 mg/dl in IRC)
  30. Quali esami praticare in un paziente ricoverato per CAP?
    • 1. All'ingresso: RX torace, EGA arterioso, Emocromo, Na,K, ALT, AST, Urea, Crea +/- PCR, PCT
    • 2. Monitoraggio emocromo, EGA arterioso, PCR/PCT
    • 3. Emocolture (alta specificità e bassa sensibilità)
    • 4. Toracentesi se versamento cospicuo (alta specificità bassa sensibilità)
    • 5.
  31. Qual'è la batteria di esami microbiologici che è possibile richiedere in una CAP?
    • Emocolture
    • Striscio e colturale su Espettorato/BAL
    • Analisi del versamento pleurico
    • Antigene urinario per Legionella e Pneumocococo
    • Tampone nasofaringeo per Influenza e virus respiratori (nei mesi invernali)
    • PCR per Mycoplasma, Chlamydia, Legionella
    • Sierologia per atipici (iniziale e follow-up)
  32. che valore hanno le emocolture nelle CAP?
    positive solo nel 4-18% dei casi
  33. Qual'è il cut off quantitativo di significatività del colturale su BAL?
    da 10 alla terza a 10 alla quarta (sensibilità e specificità del 90-97%)
  34. Quando pensare ad un BAL in un paziente con polmonite?
    Nei pazienti che non rispondono alla terapia empirica
Author
Tarek
ID
338044
Card Set
Polmonite
Description
Moroni
Updated